Nextdeal

Voucher Digitali Impresa 4.0: cosa e come fare

13.09.2022 01:06 PM By Nextdeal Srl

Voucher Digitali Impresa 4.0: in cosa è meglio investire e come fare per ottenere il Finanziamento a Fondo Perduto

Con l’attuazione del PNRR il Governo è impegnato ormai da anni nelle azioni di supporto alla crescita della competitività delle nostre imprese attraverso l’adozione delle più moderne tecnologie digitali.

Per le PMI, in particolare, è stato scelto il Sistema delle Camere di Commercio per l’attuazione del programma di finanziamento a fondo perduto delle iniziative di digitalizzazione delle imprese, il cosiddetto Programma Voucher Digitali Impresa 4.0.

Il Bando Voucher Digitali Impresa 4.0 – anno 2022 prevede contributi a fondo perduto per consulenza, formazione e acquisto di beni e servizi strumentali finalizzati all’introduzione di tecnologie in ambito Impresa 4.0.                                                                                            

Il Programma prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto variabile sia in assoluto che in percentuale della spesa complessiva, a seconda dei fondi assegnati alla singola Camera di Commercio.

Tale contributo è generalmente pari al 70% dell’investimento complessivo e con un importo riconosciuto medio-massimo che varia da 5.000 a 10.000 € circa.

Con tali importi, una PMI è in grado di dotarsi di una Soluzione di Automazione Digitale avanzata e personalizzata, che può apportare enormi vantaggi in termini sia di efficienza dei processi interni che di efficacia commerciale.

Le spese ammissibili sono di due tipologie:

 a) Acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;

b) Servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando.

Nell’accedere a tali benefici occorre tener conto dei requisiti imposti dal Bando (in verità pochissimi, tra i quali l’essere in regola con il pagamento del Diritto Annuale alla CCIAA) . In particolare, le tecnologie finanziate devono essere comprese tra quelle elencate all’Elenco 1 del Bando e la Soluzione deve essere fornita da un Fornitore Abilitato ovvero dotato dei Requisiti indicati all’interno del Bando stesso.

Per cogliere al meglio queste opportunità è fondamentale tenere conto di due fattori.

Il primo è la scelta del tipo di “Intervento”. Usufruire di incentivi alla digitalizzazione per interventi a scarsa pervasività strategica (come l’adozione di un Gestionale Stand Alone o il solo ammodernamento del Sito e-Commerce), costituiscono una scelta a breve termine e certamente non in grado di cambiare radicalmente la competitività dell’azienda.

Molto meglio cercare di sfruttare tale opportunità per dotare l’Azienda di un vero e proprio Sistema Operativo Aziendale, in grado di apportare una vera innovazione ed efficientamento digitale, lato sia ciclo attivo che ciclo passivo.

Il secondo è rappresentato dalla tempestività nella predisposizione delle Domande di Ammissione rispetto ai tempi di presentazione delle Domande stesse. La pubblicazione dei Bandi, infatti, è demandata alle decisioni della singola CCIAA e questa avviene solitamente senza o con scarso preavviso. Ciò implica che, per avere l’opportunità di ottenere il finanziamento, occorre sia predisporre un Progetto in anticipo rispetto alla pubblicazione che monitorare costantemente il sito della propria CCIAA per poter presentare in tempo la domanda (i fondi sono infatti ad esaurimento).

Nextdeal, in qualità di fornitore abilitato in quanto dotato dei requisiti necessari, per supportare i propri clienti mette a disposizione un servizio gratuito di monitoraggio delle CCIAA per verificare la pubblicazione dei suddetti bandi nonché un servizio di progettazione - non vincolante rispetto alla scelta del fornitore (che comunque deve essere dotato dei suddetti requisiti, nel caso si decida poi di presentare il progetto) - necessario per arrivare all’appuntamento con la pubblicazione del Bando con tutta la documentazione pronta.

Per approfondire clicca qui


Per saperne di più


Soluzioni di Riferimento

#voucher4.0

#impresa4.0

#industria4.0

#incentividigitalizzazione

#digitaltransformation